Come regolare la temperatura del frigorifero

Il frigorifero è senza ombra di dubbio uno dei dispositivi e degli elettrodomestici più importanti all’interno di un’abitazione.

In quanto non solo ci permette di conservare le caratteristiche dei cibi che acquistiamo e che non siamo in grado di consumare in un’unica volta, ma ci permette di beneficiare di alimenti e bevande fresche; soprattutto nei periodi più caldi, come ad esempio l’estate.

Ma come si fa a sapere qual è la temperatura ideale a cui regolare il proprio frigo?

Su questo punto ci sono diverse scuole di pensiero, alcune delle quali sostengono che non esiste una temperatura ideale a cui regolare il proprio frigorifero; mentre altre sostengono che la temperatura perfetta non debba mai superare i 4 °.

Quali sono i fattori che influiscono sulla temperatura del frigorifero?

La temperatura del frigorifero è influenzata da diversi fattori, come ad esempio la temperatura della casa; oppure da fattori legati alla presenza o all’assenza di un climatizzatore.

Anche le abitudini degli abitanti della casa hanno un peso fondamentale. Se apri e si chiudi spesso lo sportello del frigorifero, viene introdotta dell’aria calda che andrà ad incidere sulla temperatura all’interno del frigo stesso.

Secondo gli esperti la temperatura ideale del frigorifero va da un minimo di 4 ° ad un massimo di 7°. Questo va valutato in seguito alla conservazione degli alimenti che decidiamo di acquistare, al fine di conservarne le proprietà organolettiche e mantenerli più freschi il più a lungo possibile.

Come la fisica insegna, il calore tende ad andare verso l’alto e quindi gli alimenti come la carne e il pesce che necessitano di temperature più basse devono essere collocati nei piani inferiori.

La frutta e la verdura sono da posizionare negli appositi cassetti, così come le bevande nel vano loro dedicato. A seguire latticini, uova e formaggi che richiedono una temperatura meno fredda per poter conservare le loro proprietà.

Come regolare la temperatura del proprio frigorifero

Per poter regolare la temperatura del proprio frigorifero, bisogna prima esaminare il modello di cui disponiamo.

Esistono infatti delle delle differenze, sia per quanto riguarda il modello che può essere un frigorifero a incasso piuttosto che esterno, oppure per il frigo che può essere più nuovo o più vecchio.

  • Molto spesso si può disporre di una manopola che è situata all’interno del frigorifero e che presenta i numeri da 1 a 5. Ruotando questa manopola si andrà a cambiare la temperatura del frigorifero, partendo da temperature più basse verso i numeri alti e viceversa.
  • Mentre nei modelli più nuovi esiste un termostato con display led, che viene impostato sull’anta principale, ed in questo specifico caso bisognerà fare riferimento ai numeri che stanno simboleggiare la temperatura.

Bisogna porre molta attenzione quando si regola la temperatura del frigo, in quanto:

  • se si imposta una temperatura troppo alta i cibi andranno a degradarsi; diventando praticamente inaccessibili
  • se si regolano delle temperature troppo basse si potrà assistere alla formazione di ghiaccio sulle pareti e sul fondo. Bisognerà ricorrere allo sbrinamento per poter ripristinare le condizioni del frigorifero come in origine.

Per quanto riguarda invece la temperatura del congelatore, i valori ottimali si aggirano tra i – 21°e i -25° , e questo sulla base delle esigenze e considerando le qualità dei prodotti che vi vengono collocati, che possono essere più o meno freddi.

Anche qui dobbiamo stare attenti a regolare la temperatura, in quanto se scende troppo, ogni prodotto si ghiaccerà. Mentre in caso sia alta o dimentichiamo lo sportello aperto, il ghiaccio potrebbe sciogliersi e causare degli allagamenti in cucina.

Esiste una temperatura ideale per la stagione estiva?

Per quanto riguarda la stagione estiva, si consiglia di abbassare un pochino la temperatura interna intorno ai .

Bisogna valutare la possibilità di partire per le vacanze, in quanto in questo caso bisogna svuotare, pulire e scongelare il frigo ed il freezer per poi poterne beneficiare al rientro.

Se le vacanze che hai scelto di fare si rivelano essere molto lunghe, molti frigoriferi si avvalgono della funzione Holiday (nota anche come Vacation nel caso dei frigoriferi Samsung).

Questa permette di mantenere attivo il frigorifero senza incrementare i costi nella bolletta e senza consentire la proliferazione di batteri ed agenti patogeni che possono causare cattivi odori. A proposito:

La temperatura si manterrà così intorno ai 17 gradi ed il frigo funzionerà il minimo indispensabile.

Potrebbero interessarti anche...